Russia ed e-commerce: come la pandemia sta cambiando il commercio online

e-commerce in Russia

Numeri a confronto

La Russia, nel 2021 ha circa 146 milioni di abitanti. Di questi, Digital 2020 ci dice che 118 milioni (l’81% della popolazione), sono attivi quotidianamente su internet.
Di questi 118 milioni, circa 103 accedono da mobile.
Questi dati rendono la Russia uno dei Paesi con più utenti digitali nel mondo.
Sempre di questi 118 milioni, nel primo quadrimestre del 2020, all’inizio del 2020 gli utenti di e-commerce erano stimati attorno ai 65 milioni ma, al termine della quarantena, sono diventati 80 milioni (dati Yandex).
Sebbene la tendenza all’acquisto online fosse già in rialzo del 20% tra il 2018 e il 2019 (17 miliardi di euro), l’Associazione delle Aziende per il Commercio su Internet (AKIT), rileva una crescita del 58,5% nel 2020 (circa 35 790 miliardi di euro circa). Le previsioni pre-pandemia parlano di 46 miliardi di venduto entro il 2023.
A dicembre del 2020 Yandex Market / GFK ci fa notare che il 77% degli utenti di e-commerce acquista online almeno una volta al mese, mentre il 23% almeno una volta alla settimana.
Sono numeri che ci fanno capire le potenzialità dell’e-commerce in Russia.
Osserviamo qualche dato fornito dall’Associazione delle Aziende per il Commercio su Internet (AKIT): nel periodo di gennaio – febbraio 2021, il commercio online è aumentato del 44% rispetto allo stesso bimestre del 2020, raggiungendo 431,3 miliardi di rubli (circa 4,792 miliardi di euro).

I più importanti siti e-commerce russi
In Russia esistono diversi tipi di sito, a seconda della categoria di prodotto di interesse.
I dieci più importanti sono, secondo Data Insight:

  Nome Categoria Vendite online in miliardi di rubli e % di crescita
Numero di ordini e % di crescita
Importo acquisto medio in rubli e % di crescita
1 Wildberries.ru Universale 413.200 96% 305.000 100% 1.350 -2%
2 Ozon.ru Universale 197.000 144% 73.800 133% 2.670 5%
3 Citilink.ru Elettronica, elettrodomestici 132.730 47% 12.390 23% 10.710 19%
4 DNS-shop.ru Elettronica, elettrodomestici 116.760 117% 12.370 82% 9.440 20%
5 MVideo.ru Elettronica, elettrodomestici 113.200 100% 8.900 71% 12.720 17%
6 Eldorado.ru Elettronica, elettrodomestici 53.760 95% 6.400 80% 8.400 8%
7 lamoda.rue Abbigliamento, calzature, accessori 52.970 32% 14.550 28% 3.640 4%
8 apteka.ru Salute e bellezza 50.070 46% 32.240 48% 1.550 -2%
9 aliexpress.ru Universale 49.000 171% 19.060 218% 2.570 -15%
10 pokupki.market.yandex.ru Universale 44.090 136% 15.490 159% 2.850 -9%

Acquisti da siti e-commerce stranieri
Il commercio cross-border sta subendo un calo (a gennaio 2021 del -39% e a febbraio 2021 del -30%) rispetto agli stessi mesi del 2020.

I motivi principali sono quattro: svalutazione del rublo, rallentamenti e difficoltà nelle consegne dall’estero causate dalla pandemia, rafforzamento delle tecnologie e delle competenze delle società russe in certi settori e, soprattutto, da misure introdotte dalla Comunità Euroasiatica per creare condizioni di parità per venditori russi e stranieri, fra le quali riduzione delle esenzioni dai dazi per determinate categorie di prodotto importati.
La misura introdotta ha motivato aziende straniere del settore a localizzare il proprio business in Russia, investendo in infrastrutture e personale in loco.
Confrontando i mesi di febbraio 2020 e 2021 è stato rilevato un calo degli acquisti da siti esteri che include prodotti come abbigliamento e calzature, prodotti per l’infanzia, per la casa e dispositivi elettronici e varia, a seconda della categoria di prodotto, dal 30% all’80.
Nei primi due mesi del 2021, i russi hanno effettuato acquisti pari a 30 miliardi di rubli (333 milioni di euro circa) dalle imprese straniere localizzate.
In questa situazione, le aziende straniere che intendono sviluppare un proprio canale di vendita online si trovano di fronte a scelta: stabilire collaborazioni con marketplace con sede in Russia, oppure attuare strategie mirate e personalizzate, combinando strumenti finalizzati allo sviluppo del marketing e del sito web in grado di attirare i potenziali clienti russi sul proprio sito.

Cosa i russi acquistano da siti cross-border
Nonostante questi cambiamenti e difficoltà, esistono ancora categorie di prodotto che i russi preferiscono acquistare da siti esteri: abbigliamento e accessori, elettronica, arredo e design, elettronica e prodotti per la bellezza.

Le motivazioni sono: unicità del prodotto, maggiore scelta, migliore qualità, valore d’intrattenimento, disponibilità di nuovi prodotti prima che in Russia.

Se sei interessato al mercato russo, contattaci: possiamo offrirti la soluzione più adatta alle tue esigenze, sulla base del tuo budget.

tag: pandemia e-commerce Russia, coronavirus vendite online Russia, tendenze e-commerce Russia pandemia, tendenze e-commerce Russia coronavirus, e-commerce russia, e commerce in russia

Precedente

Successivo